GIOIELLI

Sede: Via Pontaccio, 12 Milano

Asta: 16, 17 maggio 2019

Esposizione: 10, 11, 12 maggio 2019 (ore 10/13-14.30/18.30)

Nella sede di Via Pontaccio de Il Ponte Casa d’Aste saranno presentati quasi mille gioielli, in quella che è la prima asta dedicata al settore per la stagione 2019.

Quattro tornate, in due giorni di battitura, interamente focalizzate sul gioiello in tutte le sue declinazioni.

Il giorno 16 maggio sarà il momento dei pezzi di maggior pregio e valore, capolavori di alta gioielleria, con gemme dai colori straordinariamente belli e naturali, dai colori accesi e profondi che le rendono uniche, rare e di qualità. Numerosi sono i beni che provengono da importanti famiglie con gioielli che spaziano da fine '800 ai giorni nostri.

Tanti i top lot dell’asta. Un paio di orecchini pendenti in platino di fine '800, con diamanti e due perle naturali di eccezionale grandezza (Lotto 961). Orecchini a lobo con clip in oro bianco, perle naturali d’acqua salata e diamanti rotondi per complessivi ct. 6.50, firmati Chantecler Capri (Lotto 964). Choker a tre fili di perle naturali (Lotto 960). Un anello in oro giallo e platino con due diamanti triangolari e uno smeraldo Colombiano ottagonale di ct. 9.20, dal colore con forte componente blu (Lotto 976). Una coppia di smeraldi ottagonali Colombiani di 5 carati l’uno, intatti e per questo ancora più rari, decorano due incantevoli orecchini pendenti (Lotto 972). Un anello in oro bianco con rubino “sangue di piccione” di ct. 2.9, con taglio a cuscino, dall’eccezionale colore e saturazione, proveniente dalla Birmania e firmato Bulgari (Lotto 973). Due sfarzosi collier di diamanti per 200 carati complessivi: 134 carati per il primo collier a nastro (Lotto 968) e 64 carati per il secondo collier in oro bianco e platino (Lotto 958).

In asta anche splendidi esemplari di zaffiri: un anello in oro bianco con zaffiro Kashmir centrale di ct. 3.04 e diamanti (Lotto 959); un anello in oro giallo con zaffiro Kashmir ovale di ct. 7.546 (Lotto 971); un collier in oro bianco e diamanti rotondi, rifinito con tre zaffiri a cuscino per complessivi ct. 14.60 dello Sri Lanka (Lotto 962); un’imperdibile coppia di zaffiri birmani, di circa 20 carati l’uno, straordinari per tonalità di blu, montati su orecchini pendenti a monachella in oro bianco e diamanti (Lotto 975).

Da segnalare inoltre la presenza di numerosi lotti con coralli, ove per qualità spicca il collier a tre fili a scalare in boules di corallo Rubrum (Lotto 787).

Infine, come tradizione , saranno presenti le firme delle principali maison di gioielleria, sia italiane che straniere, come Cartier, Buccellati, Bulgari, Harry Winston, Pomellato, Tiffany, Webb e molti altri.


Torna su