ARTI DECORATIVE DEL 900 E DESIGN

Il Dipartimento di Arti Decorative del '900 e Design chiude l'anno totalizzando oltre 2 milioni di euro di fatturato.

Top lots del 2018 il vaso di Umberto Bellotto Connubio in ferro e vetro” (175.000 €) che si inserisce tra i migliori risultati dell'artista a livello mondiale, gli arredi di Carlo Mollino venduti complessivamente a 347.500 € ed il piatto in porcellana “Banchetto di nozze” dell'artista russa Alexandra Wassiljewna Stchekotichina-Potozkaja (50.000 €).

Numerose le aggiudicazioni importanti, tra le quali: le poltroncine "839" di Ico Parisi (30.000 €), le poltrone modello “Digamma” di Ignazio Gardella (23.750 €) e il tavolo di Angelo Mangiarotti, realizzato per la Sorgente del Mobile (11.250 €). Per il settore dell'illuminazione, ottimi i risultati raggiunti dal lampadario “6 lune” di Angelo Lelii per Arredoluce (22.500 € e 23.750€) e il modello “2196”, produzione Fontanarte, di Max Ingrand (27.500 €).

Interessante anche il risultato raggiunto dalla “Poltrona libro” del gruppo DAM (20.000 €), dallo stipo bar dell'artista Mario Sironi (13.750 €) e dalla coppia di poltrone di Jaques-Emile Ruhlmann (12.500 €).

"Forte la partecipazione online e i bid telefonici di clienti e collezionisti internazionali e la presenza di opere eccezionali di celebri designer, accuratamente documentate sulla base di provenienze, fonti archivistiche e bibliografiche. Sono soddisfatto dei risultati ottenuti in questo 2018, che riconfermano la correttezza della strategia adottata e il trend in crescita, anche in Italia, per il settore sono le parole del direttore di dipartimento Stefano Poli.



Torna su