Arte Moderna e Contemporanea: risultati post asta

Palazzo Crivelli - Via Pontaccio 12, Milano

Asta: 18 dicembre 2018

Milano, 19 dicembre – L'attesissima asta di Arte Moderna e Contemporanea de Il Ponte Casa d'Aste si è conclusa con 5.222.250 € di fatturato totale, 166% sul valore, circa il 90% di lotti venduti e 4 record.

Le sale gremite e i numerosissimi bid telefonici da tutto il mondo (Cina, Thailandia, Giappone, Russia, Svezia, Lussemburgo, Ungheria, Sud America e Stati Uniti, Belgio, Canada, Austria, Inghilterra, Francia, Germania sono solo alcuni dei paesi nei quali la partecipazione è stata più sentita) evidenziano il grande interesse suscitato dall'attenta selezione delle opere in catalogo.

Top lots dell'asta: Pericle capolavoro storico di Giorgio de Chirico venduto a 587.500 € (lotto 78) e Cristo di Lucio Fontana a 300.000 € (lotto 17).

Numerose le aggiudicazioni importanti, tra le quali si segnalano G.R. 359 di Mario De Luigi venduto a 50.000 € (lotto 35), le opere di Antonio Calderara entrambe a 50.000 € (lotti 18 e 20) e una Natura Morta di Renato Paresce (lotto 14, venduto a 42.500 €).

A questi si affiancano i numerosi record d'artista. Piero Manzoni è di nuovo protagonista con il record per Linea venduta a 137.500 € (lotto 45), seguito da Mino Rosso che con il bronzo Elementi in Volo (lotto 13), battuto a 50.000 €, segna il suo miglior risultato per la scultura futurista e Tullio Pericoli con Orogenesi (lotto 228, venduto a 11.250 €). Carmelo Cappello, invece, eguaglia la sua miglior aggiudicazione con L'uomo nello spazio (lotto 104, venduto a 37.500 €).

Gli ottimi risultati raggiunti sono la conferma che la strategia adottata è nuovamente quella vincente. La qualità delle opere in catalogo è stata premiata e con essa, la sensibilità che il mercato sia a livello nazionale che internazionale sta dimostrando nei confronti di artisti da troppo tempo dimenticati e opere non ordinarie di grandi maestri”, commenta il direttore di dipartimento Freddy Battino.

* le aggiudicazioni sono comprensive dei diritti della casa d'aste

Torna su