Dipinti e Sculture del XIX e XX Secolo

Via Pontaccio, 12 Milano

Asta : 22 novembre

Esposizione: 16, 17, 18 novembre (ore 10/13-14.30/18.30)

L'asta di Dipinti e Sculture del XIX e XX secolo del 22 novembre si presenta ricca di importanti dipinti, a cominciare da un'autentica personale di Angelo Dall'Oca Bianca (1858-1942) con l'opera Poesia pastorale, influenzata dalle conquiste pittoriche di Giuseppe Pellizza da Volpedo, e con scorci inediti come quello realizzato in Piazza della Vittoria a Gorizia.

Tornando indietro a livello temporale, l'imponente tela di Cherubino Cornienti, Lodovico il Moro visita Leonardo da Vinci mentre dipinge il Cenacolo (valutazione e 8.000-9.000), conferma la qualità dei pittori lombardi dell'Ottocento, specie in quella fase cruciale di superamento del romanticismo.

Spostando l'attenzione verso il sud Italia, un autentico gioiello drammatico di Vincenzo Irolli, Napoli 1943 (valutazione € 32.000-35.000). Il "pittore del sole" racconta con quest'opera, che lascerà i collezionisti senza fiato, le tragedie che si abbattono su Napoli dal 1940: il terremoto, le pestilenze e i bombardamenti.

Tutto un altro clima è quello neo-settecentesco che caratterizza il testamento pittorico di Andrea Tavernier, il quale rimedita sul capolavoro Imbarco per Citera, viaggio sentimentale che Watteau aveva iniziato nel Settecento e che Tavernier chiude, sulle rive del Lago Maggiore poco prima di morire, nel 1932.

Infine, una trouvaille sorprendente ad opera di Giuseppe de Nittis è il Ritratto di Hyppolite de Villemessant, patron de "Le Figaro".

Torna su